BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Quel "dizionario" che serve a leggere l’Italia reale

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Giulio Tremonti (Foto Ansa)  Giulio Tremonti (Foto Ansa)

Se, ad esempio, si guarda ai dibattiti che ci furono in Gran Bretagna a cavallo tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli Ottanta, il tema centrale era “strutturale” in termini di economia reale: se e come “de-industrializzare”. Alcuni temi d’economia reale sono stati sfiorati, quasi esclusivamente, però, a proposito della metalmeccanica e in rapporto al futuro degli impianti di Fiat. Un cenno interessante, ma poco più di un cenno da cui si sarebbe dovuto prendere spunto per delineare il futuro dell’economia reale. L’occasione si è ripresentata di recente a proposito dell’agroalimentare: ancora una volta, l’occasione sta sfumando in quanto ha preso il binario, secondario, dell’italianità o meno invece di quello principale del ruolo del settore nella futura struttura di produzione dell’Italia.

Indubbiamente, una finanza pubblica in ordine è la premessa per un dibattito concreto e non velleitario sulle strutture dell’economia reale e sulle riforme da realizzare per giungere a strutture più competitive delle attuali. Il dibattito sulla “governance” della finanza pubblica è solo, però, il prolegomeno . E di per stesso non sostituisce uno sullo sviluppo. Tutto ancora da iniziare.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
22/04/2011 - lavoro liberale (francesco taddei)

citiamo in causa sempre tremonti ma il ministro del lavoro (in italiano è meglio) dov'è? le liberalizzazioni degli ordini professionali (residui dell'apparato fascista sopravvissuti per scopi elettorali)quando avverranno? e per favore basta con la litania dell'autoregolamentazione!è il parlamento che ha nella legislazione la sua prerogativa.