BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALITALIA/ Così il caso Parmalat aiuta il "matrimonio" con Meridiana

Pubblicazione:lunedì 4 aprile 2011

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Tornare indietro e permettere un intervento diretto pesante in economia da parte dello Stato non è solo un errore a breve a termine, ma serve a togliere anche la fiducia dei mercati, i quali stanno portando a termine con esito vincente l’attacco sul Portogallo. Il prossimo obiettivo degli speculatori potrebbe essere la Spagna, ma certo con delle misure di intervento diretto dello Stato italiano in economia, il target potrebbe cambiare e diventare direttamente il nostro Paese, che con il suo debito al 120% sul Prodotto interno lordo e un’economia stagnante non gode di alta reputazione internazionale.

Ma c'è un altro aspetto che non deve sfuggire in tutta questa vicenda. La norma che serve a limitare l’entrata dei francesi nel settore caseario, in realtà, potrà essere utilizzata per salvare altre aziende “strategiche”. E viste le condizioni di Alitalia e Meridiana, il prossimo intervento della Cassa depositi e prestiti potrebbe essere, dopo l'agroalimentare, nel settore aereo. L’italianità di Alitalia, che è costata 3 miliardi di euro ai contribuenti, potrebbe diventare ancora più cara. Lo stesso Professor Ugo Arrigo aveva tristemente anticipato su queste pagine, in tempi non sospetti, la possibilità della discesa in campo della Cdp per Alitalia. Nei prossimi mesi (è solo un'ipotesi, ma mai direi mai...) potrebbe dunque esserci un salvataggio di Meridiana, che si trova in difficoltà economiche, con un intervento di Alitalia coadiuvata dallo Stato (che magari potrebbe appositamente "aggiustare" la normativa Antitrust, come già avvenuto per il salvataggio della compagnia di bandiera).


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >

COMMENTI
04/04/2011 - reciprocità (francesco taddei)

esistono altre aziende con partecipazione statale: ENI e FINMECCANICA. nessuno si sogna (per adesso) di togliere lo stato italiano perchè sono delle eccellenze. ai teorici del mercato perfetto consiglierei di vedere cosa è successo in toscana con la privatizzazione dell'acqua. esistono alcune municipalizzate che sono dei buchi di denaro senza fondo che andrebbero privatizzate. prima però fare una legge sull'obligatorietà delle gare d'appalto con standard europei, non a discrezione dello stato come adesso (che serve solo a favorire gli amici). infine segnalo che una legge di protezione la francia già ce l'ha su ben 11 settori. Tremonti(e gli italiani) chiedono solo reciprocità.

 
04/04/2011 - PRIVATIZZAZIONI & STATALIZZAZIONI (andrea carboni)

Non è il primo eminente giurista al quale sento auspicare statalizzazioni. Se ciò fosse stato detto 2-3 anni fa, si sarebbe urlato allo scandalo. Dopo aver regalato banche e aziende, con l'unico risultato di aver svenduto malamente i gioielli di famiglia, ci si accorge che era meglio un AD che un proprietario? Ora, in questa nuova ottica, che sarà dei 7.500 (+ i nuovi 1000) cassaintegrati Alitalia senza lavoro nè pensione? Li assumerà l'On. Brunetta? Cordiali saluti.