BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ 2. Sarkozy festeggia e l’Italia fa un’altra "figuraccia" mondiale

Nicolas Sarkozy durante il seminario di Nanchino (Foto Ansa) Nicolas Sarkozy durante il seminario di Nanchino (Foto Ansa)

Per fare parte del paniere, infatti, è essenziale che la valuta sia convertibile e flessibile e venga emessa da una banca centrale con un buon grado di autonomia. Non viene fissato un percorso con una data precisa. Tuttavia, si compie un passo importante nella riforma del sistema monetario internazionale. Sono senza dubbio possibili delle retromarce. Non apparire di essere stati parte della decisione - le apparenze anche in economia sono più importanti della realtà - implica essere stati, più o meno, le comparse del “seminario” di Nanchino. Per questo, il fantasma del Plaza si aggira a Via Venti Settembre e a Palazzo Koch. Pur se si fa di tutto per rimuoverlo.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/04/2011 - questione di metodo (francesco taddei)

il peso geopolitico non si conquista con il "prego si accomodi, servo vostro" che a noi italiani piace tanto. il peso politico della francia ha inizio con De Gaulle ed è stato consolidato anno dopo anno da almeno cinquant'anni. cominciamo oggi ad essere seri e produttivi, facciamo "sistema" e tra sessant'anni conteremo qualcosa. ho paura che difettiamo di personalità, strumenti, formazione e ambizione.

 
05/04/2011 - tanto fumo (Alessandro d'Alessandro)

Che l'Italia non abbia un grande peso geopolitico è noto: tuttavia, non credo che gli esiti del G20 siano così eclatanti, se si considera che la rivalutazione dello yuan ed il suo incardinamento in un sistema monetario omogeneo è di là da venire. Mi pare, insomma, che si sia voluto - in Francia e sui giornali economici occidentali - dare gran risalto a quella che per ora è solo una speranza, e nient'affatto un preciso obbligo della Cina.Il dragone agirà infatti come ha fatto sino ad ora, e cioè tenendo in conto esclusivamente i suoi interessi.