BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Il giorno di Generali, tra scontri al vertice e svolte "alla francese"

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

È quindi possibile che tra il consiglio di amministrazione di Generali di oggi fino all'assemblea di Mediobanca di fine settembre si provi a trovare un punto di equilibrio, magari tentando di “correggere” il management (o da una parte o dall'altra) per mantenere comunque l'equilibrio attuale. A prima vista si potrebbe pensare che si trovi un accordo a Trieste e si riveda il management di Mediobanca. Tra le altre cose si deve pure mettere in conto che a fine settembre scade il patto di sindacato di piazzetta Cuccia e non pare che i soci esteri, il cui capofila è Bolloré, abbiano una chiara intenzione di rinnovarlo. Ma gli equilibri attuali e i correttivi potrebbero essere anche non trovati. Si potrebbe passare a una fase di maggiore concitazione e di “guerra”.

Che cosa potrebbe avvenire a questo punto? Lo scenario che si aprirebbe è il vecchio sogno (soprattutto francese) di una grande aggregazione tra Generali e Axa, il colosso transalpino. A questo punto si creerebbe uno dei più grandi colossi finanziari e assicurativi, il primo assoluto in Europa e forse nel mondo. Ma questa aggregazione quanto gioverebbe al sistema Italia?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.