BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ISTAT/ Scende il potere d'acquisto delle famiglie. E la benzina va alle stelle

L'Istat comunica i dati relativi al 2010, scende il potere d'acquisto delel famiglie italiane. Sale leggermente il reddito. E intanto oggi la benzina raggiunge nuovi record in ascesa

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

ISTAT POTERE D'ACQUISTO - I dati dell'Istat, comunicati relativamente al 2010. Il potere d'acquisto delle famiglie il reddito disponibile in termini reali, è sceso nell'ultimo anno dello 0,6 per cento. Nel 2009 la contrazione era stata molto peggio, del - 3,1% di potere d'acquisto. L'Istat comunica che c'è stato un leggero aumento del reddito ma le spese crescono in modo consistente.

Nel dettaglio, il reddito delle famiglie è aumentato dello 0,9% rispetto al 2009, ma la spesa per i consumi si è rivelata più alta rispetto alla'nno precedente e cioè del più 2,5%. Si spiega così secondo l'Istat la riduzione del risparmio degli italiani, risparmio che si calcola tra il rapporto del risparmio lordo e il reddito disponibile di una famiglia. Il risultato è il 12,1 per cento, una diminuzione cioè di 1,3 punti in confronto al 2009. Nell'ultimo trimestre dell'anno, invece, la crescita del reddito disponibile rispetto al trimestre precedente (+1,4 per cento) è stata superiore a quella registrata dalla spesa per consumi (+0,8 per cento), il che ha determinato l'aumento congiunturale del tasso di risparmio. L'Istat comunica anche che la spesa delle famiglie nei consumi è aumentata rispetto al 2009 del 2,5%.