BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 1. Pelanda: col bluff greco la Germania (ri)conquista l’Europa

Pubblicazione:martedì 10 maggio 2011 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 11 maggio 2011, 16.40

La cancelliera tedesca Angela Merkel (Ansa) La cancelliera tedesca Angela Merkel (Ansa)

Ha continuato a pretenderlo e per questo motivo le nazioni con economia debole (Grecia, Portogallo e Spagna) hanno dovuto subire una moneta forte (cambio e rigore di bilancio) che ne ha peggiorato la debolezza strutturale. Queste non possono restare nell’euro così disegnato. Altre nazioni con economia forte, ma con debito storico elevato e/o modello economico-sociale troppo costoso, hanno avuto un danno alla crescita, in particolare Francia ed Italia. Parigi ha potuto attutirlo violando spesso i parametri di deficit grazie al suo ruolo di seconda potenza europea. L’Italia, con meno potere politico ed un debito enorme, ci è riuscita di meno. Alla fine tutte le nazioni citate non potranno restare nell’euro per il suo effetto di impoverimento eccessivo.
Come mai la Germania riesce a reggerlo? Perché ha creato un sistema industriale fortissimo massimizzato per l’export che finanzia le inefficienze di modello, ma è una costruzione fragile esposta alle crisi globali e non imitabile da altre nazioni. In sintesi, l’Eurozona non potrà continuare così; ma non può tornare indietro alle monete nazionali, mentre la Germania non vuole accettare la piena europeizzazione economica anche perché il suo elettorato, sempre più nazionalista, mai lo permetterà.
Soluzioni? Alcuni sostengono che alla fine salterà tutto o che sarà la Germania ad uscire dall’euro. In realtà Berlino teme come il diavolo la competizione intraeuropea e farà di tutto per salvare l’euro in quanto suo strumento primario di dominio. Non potendone cambiare l’architettura ha l’unica opzione di svalutare l’euro per far respirare le economie deboli (export a bassa tecnologia e turismo sensibili al cambio) nei momenti in sui si rischia la rottura. Le voci periodiche di uscita dalla Grecia dall’euro e simili, spesso lanciate dalla stampa tedesca, hanno questo scopo.

www.carlopelanda.com




© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.