BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Così il patto Usa-Germania "fa fuori" l’Europa

Pubblicazione:martedì 14 giugno 2011 - Ultimo aggiornamento:martedì 14 giugno 2011, 8.51

Ben Bernanke (Foto Ansa) Ben Bernanke (Foto Ansa)

Ancora stupiti del fatto che ci sarà un QE3 entro fine anno? Una cosa che la gente dimentica sempre, infatti, è il cambiamento nelle liabilities della Fed, tutte: la valuta in circolazione e le riserve in eccesso, ovvero il denaro elettronico che va alle banche bisognose per finanziare le loro necessità. Infatti, è la necessità di espandere le liabilities della Fed (ed è sempre stato così) il vero driver degli stimoli monetari, non la necessità di far crescere gli assets della Fed. Ecco quindi che il QE3 è servito: il punto d’incontro di un’espansione asset-for-liability che vede le banche destinate con certezza a dover affrontare un altro evento di crisi nei prossimi mesi e la Fed bisognosa di rilasciare altri 500-1000 miliardi di dollari in riserve in eccesso.

Per ottenere questo bilanciamento nell’espansione dello stato patrimoniale, la Fed potrebbe acquistare muni-bonds, Treasuries, oppure Etf oppure ancora gettarsi sul mercato giapponese oppure ancora acquistare qualsiasi tipo di mutuo sommerso sul mercato Usa. Poco importa cosa comprerà, l’importante sono le due funzioni che questa operazione assolverà: continuare a far artificialmente salire l’indice S&P 500 e far crescere il valore del complesso dei metalli preziosi, visto che oramai il dollaro - anche a causa della crisi del tetto di debito - appare una valuta per la quale non vale più la pena di lottare o morire. Ancora stupiti di qualcosa?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
14/06/2011 - Zerohedge (J B)

Noto con piacere che ne è diventato un assiduo lettore. Però, tanto per chiarire meglio le cose, avrebbe dovuto spiegare un poco meglio il passaggio sulle passività dello stato patrimoniale della Fed.