BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ Quanto ci costerà il grande "bluff" di Francia e Germania?

Foto Ansa Foto Ansa

Cosa c’entra poi la candidatura di Mario Draghi, direte voi? Semplice, la Germania era terrorizzata da due cose: l’irrigidimento del Fmi rispetto ai piani di salvataggio (accaduto) e il fatto che l’Italia alzasse la voce in favore della ristrutturazione del debito, essendo pochissimo esposta a Irlanda e Grecia per evitare un ulteriore esborso in un momento di stagnazione economica. Primo, Mario Draghi è stato uomo di Goldman Sachs ed è molto stimato Oltreoceano, quindi in grado di trattare con i falchi di Washington. Secondo, come fa l’Italia a remare contro quando è un suo uomo a guidare la Bce? Un domino perfetto. Sulla nostra pelle e dentro le nostre tasche.

Silvio Berlusconi vuole dare una sterzata in economia, costringendo Giulio Tremonti ad allargare i cordoni della borsa? Cominciamo proprio dal capitolo contributo ai salvataggi, nonostante il nostro ministro dell’Economia ancora si trinceri dietro il mantra del “se la casa del tuo vicino brucia, contribuisci a spegnere il fuoco per evitare che bruci anche la tua”. E al diavolo Berlino, Parigi e le loro banche. Basta regali ai banchieri: soldi all’economia reale, agli investimenti e alla ricerca.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
02/06/2011 - occorrono misure antincendio (francesco taddei)

spero che i nostri politici oltre a essere cittadini del mondo e spegnere incendi dappertutto si ricordino che vivono in una casa con altri 58 milioni di persone e che c'è da pensare anche a loro oltre che agli altri. sono eletti per questo.