BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. Boccia (Pd): i conti della manovra non tornano (neanche a destra)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Giulio Tremonti (Foto Ansa)  Giulio Tremonti (Foto Ansa)

La giornata di ieri è stata segnata dal vertice di maggioranza a Palazzo Grazioli sulla manovra finanziaria. Alla fine le temute dimissioni di Giulio Tremonti non ci sono state ed entro domani il testo del provvedimento prenderà una forma definitiva in vista del varo da parte del Consiglio dei ministri. «Faccio una previsione - ci dice Francesco Boccia, Coordinatore delle Commissioni Economiche del Pd -: appena Tremonti tirerà fuori carte e numeri la situazione imploderà, perché nessuno sarà in grado di accettare le condizioni che avrà posto».

 

Non crede dunque che sia stato raggiunto un accordo tra i vertici della maggioranza?

 

A mio avviso oggi (ieri, ndr) non è successo nulla. Tremonti, come sua consuetudine, si sarà presentato all’incontro offrendo parole e non numeri. Aspettiamo quindi di vedere cosa succederà quando ci saranno le carte. Intanto, vedo dalle agenzie che Crosetto ha detto che Tremonti è “un brasato o un bollito”. Queste parole non arrivano da un deputato qualsiasi, ma da chi è stato responsabile economico di Forza Italia ed è uno dei “fedelissimi” del presidente del Consiglio. È poi evidente che Bossi ha interessi diversi da quelli di Berlusconi e che Tremonti ne ha altri ancora. I tre faranno fatica a trovare la quadra.

 

Intanto Di Pietro ha presentato la sua “contro-manovra”. Cosa ne pensa?

 

Non abbiamo ancora visto i dettagli della proposta, perché non c’è un testo articolato. Su alcuni temi l’Italia dei valori ha ripetuto posizioni consolidate del Partito democratico: penso in particolare alla tassazione sulle rendite finanziarie. Il nostro è stato il primo partito a fare progetti di questo tipo, anche con emendamenti alle precedenti manovre o con la proposta di legge di cui Bersani è il primo firmatario. Su questo tema mi pare che ci sia condivisione con l’Italia dei valori e che ci possa essere l’accordo anche con l’Udc.

 

E il Pd cosa farà?



  PAG. SUCC. >