BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PIAZZA AFFARI/ Aumenta il calo. Napolitano: “Oggi è necessario essere uniti”

Pubblicazione:lunedì 11 luglio 2011

Foto Ansa Foto Ansa

PIAZZA AFFARI: AUMENTA IL CALO - Non si arresta il calo di Piazza Affari. L’Ftse Mib, indice principale della Borsa milanese, perde l'1,38% a 18.786, l’Ftse All Share perde 1,34% a 19.528. I titoli che vanno peggio sono due bancari: Mediobanca, con -2,8% e Intesa Sanpaolo, con -2,6%. Cresce  solo UniCredit dello 0,32%. Questo, nonostante la decisione della Consob di porre un freno alle vendite allo scoperto in seguito all’inedito attacco speculativo ribassista di venerdì scorso. L’Italia, in ogni caso, è in "buona compagnia". Vanno male le borse europee. Atene ottiene, al momento, la maglia nera, con un -2,95%. Poco meglio Lisbona, con il -2,6%, e Madrid, -1,86%. Francoforte scende dell’1%, mentre Londra dello 0,34%. E mentre il portavoce del cancelliere tedesco ha riferito che Angela Merkel è convinta che l’Italia saprà adottare tutte le misure necessarie a fronteggiare la crisi, il capo dello Stato Italiano, Giorgio Napolitano, interviene sulla vicenda. Durante la cerimonia al Viminale in occasione del centenario della sede del ministero dell’Interno, data la problematica congiuntura finanziaria ha rivolto un appello all’unità. «Oggi più che mai – ha dichiarato - dovrebbe sprigionarsi nel nostro Paese un impegno di coesione nazionale di cui c'è bisogno per affrontare le difficili prove che sono all'ordine del giorno».


  PAG. SUCC. >