BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 1. Pelanda: consigli all'Italia per non perdere l'euro

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

Non potendo risolvere il problema con più crescita, l’Italia non può far altro che rendere credibile il proprio debito non facendone più. Questo è il motivo dell’obbligo assunto in sede europea, e di fronte ai mercati, di arrivare entro il 2014 al pareggio di bilancio, cioè di tagliare, in relazione a oggi, almeno 40 miliardi strutturali di spesa pubblica. Ma non basterà. All’Italia sarà richiesto anche di ridurre progressivamente il volume del debito. Quindi, nel prossimo decennio l’Italia dovrà tenere il deficit zero, dedicare una parte della spesa pubblica, nonché vendere una fetta del patrimonio, alla riduzione del volume assoluto del debito e anche crescere di più.

Questo è il percorso se l’Italia vuole restare nell’euro. Non è infattibile. Non implica nemmeno l’abolizione dello Stato sociale, in quanto ci saranno comunque le risorse per tutelare chi ha veramente bisogno e per mantenere pensioni, sanità e istruzione decenti. Ma non ci saranno più le risorse per finanziare un sistema pubblico troppo esteso.

In un decennio, da un primo calcolo, circa due milioni di persone dovranno passare dal mercato protetto o da un posto pubblico al mercato privato e tutta la popolazione dovrà contare più sulle proprie forze, diventare competitiva.

Oggi la politica non sta comunicando questo scenario per paura di essere travolta dal dissenso. Ma solo la verità può permettere un cambiamento governabile, pur sofferto.

 

www.carlopelanda.com



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
05/07/2011 - Mercato privato (Diego Perna)

Vorrei porre una semplice domanda: Come farà il mercato privato ad assorbire 2 mln di persone + tutte quelle che già sono disoccupate ? Forse occorrerà una competizione globale allo scanno, un tozzo di pane e lavorare tutto il giorno, una moderna schiavitù...tranne che per una casta che si va blindando sempre di più. Però poi , anche la casta avrà preblemi ad uscire dai castelli, perchè se i semafori funzioneranno ancora, ci saranno le lotte all'ultimo sangue tra lavavetri e mendicanti e così qualche spruzzo di sangue , magari infetto, li potrebbe contagiare. Questo è catastrofismo, non il suo all'acqua di rose che ha comunque una soluzione a tutto,anche se non per tutti.