BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DRAGHI/ Bene la manovra. Intanto, spread record tra Btp e Bund

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

DRAGHI: BENE LA MANOVRA - Il neo-nominato presidente della Banca Centrale europea (ma per ora è ancora governatore di Bankitalia) Mario Draghi difende la manovra economica varata giovedì 30 giugno dall’esecutivo: «La manovra di finanza pubblica decisa dal governo italiano come detto giovedì dal presidente Bce Trichet costituisce un passo importante per il consolidamento dei conti pubblici», ha dichiarato Draghi. «L'anticipo delle misure»  presenti nella manovra, ha aggiunto, «rende credibili il pareggio del bilancio nel 2014 e l'avvio di una tendenza al calo del rapporto debito/pil». Draghi, intervenendo a margine dei “Rencontres economiques” rispetto ai timori del mercato sulla situazione dei conti pubblici italiani ha fatto presente che gli «intermediari italiani supereranno con un margine significativo gli stress test in corso in sede europea, confermando l'adeguatezza del loro grado di capitalizzazione». In particolare ha sottolineato come l’espansione del credito dei nostri istituti sia superiore a quello di tutti gli altri istituti europei. Nel frattempo, la Borsa italiana sta passando un brutto momento, con l’indice Ftse Mib che va sotto 3,14%, unico caso in Europa. Nel mentre, sui mercati, gli spread tra Btp e Bund decennali hanno ritoccato i massimi. In particolare, il differenziale di rendimento, in un primo momento si è allargato di 7 punti base a 228 punti, per andare oltre i 230, i 231,4 e, infine, toccare i 247 punti base. 


  PAG. SUCC. >