BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA/ Ecco perché il dl verrà bocciato dai mercati

Pubblicazione:sabato 13 agosto 2011 - Ultimo aggiornamento:sabato 13 agosto 2011, 17.56

Giulio Tremonti e Silvio Berlusconi (Foto Ansa) Giulio Tremonti e Silvio Berlusconi (Foto Ansa)

Abbiamo tentato di fare un’analisi quantitativa utilizzando il sistema del gruppo del “consensus”: 20 modelli econometrici tutti privati e nessuno italiano. I risultati sono deludenti: la stima più probabile è una stagnazione del Pil nel 2012, ma il 40% dei modelli ipotizza una nuova recessione. Se il Pil non cresce o, peggio ancora, diminuisce, il rapporto tra stock di debito e Pil non può che peggiorare.

Grandi attese ovviamente su come lunedì (le Borse di molti Paesi sono aperte il Ferragosto) i mercati interpreteranno la manovra. Da un lato, la manovra è un segno che l’Italia si è smossa dall’immobilismo che sembrava caratterizzarla. Da un altro, però, sulle misure ci sarà un dibattito acceso (e verranno verosimilmente modificate in Parlamento o dai tribunali - ad esempio quella relativa alla tredicesima). Ne seguiranno tensioni. Che i mercati difficilmente apprezzeranno.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.