BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA/ Robin Hood Tax, l'esperta: aumenterà lo squilibrio energetico italiano

Pubblicazione:

Mario Draghi e Giulio Tremonti (Foto: IMAGOECONOMICA)  Mario Draghi e Giulio Tremonti (Foto: IMAGOECONOMICA)

Se il costo dell'energia sale, a pagare sono soprattutto due soggetti importanti della società italiana: le famiglie e le imprese manifatturiere. Paola Garrone conferma questa analisi approssimativa, fatta a caldo, proprio alla vigilia di Ferragosto con le misure preparate dal Governo che non sono state ancora ben valutate nella loro completezza: “E' inevitabile – dice Paola Garrone – che i primi soggetti a essere toccati saranno le famiglie. Le spese per l'energia saliranno inevitabilmente e le bollette saranno più care, pesando di più sui bilanci familiari. Ma l'aumento della tassa, per quanto riguarda il costo dell'energia, peserà anche sulle imprese, soprattutto su quelle manifatturiere e questo per l'Italia è un peso non secondario. Entriamo proprio in un campo di autentici sacrifici”.

GDR



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
16/08/2011 - Innanzitutto con la Robin Tax meno investimenti (Luca Valota)

Concordo con l’analisi “a caldo” della professoressa Garrone, rimarcando come l’iniziativa populista di Tremonti porterà all’ennesimo rincaro per i consumatori finali. Questo è già stato rilevato nel 2008, anni della prima Robin Tax. Ma credo che il maggior impatto dell’articolo 7 della manovra (ires al 10,5% per imprese vendita energia con reddito superiore a 25 milioni e un reddito imponibile superiore al milione di euro) porterà ad una sistematica riduzione degli investimenti in infrastrutture. Capitolo critico questo, vista la situazione italiana, il ritardo su certe iniziative e la necessità di assicurarsi prezzi stabili nel futuro attraverso una rete di infrastrutture energetiche all’avanguardia.