BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

GEOFINANZA/ Dalla Germania un messaggio in codice contro l’Italia

Angela Merkel (Foto Ansa)Angela Merkel (Foto Ansa)

P.S. Come dicevo nel mio articolo di martedì, siamo nel pieno di una guerra finanziaria, orchestrata sì dai governi, ma anche e soprattutto dalle banche, una contro l’altra armate a colpi di congelamento del prestito interbancario e acquisto strategico di cds sia come copertura dal rischio di controparte che come metodo per spostare l’attenzione dei mercati su altri bersagli. Ieri George Hay della Reuters ci faceva sapere che questa settimana non si sono registrati utilizzi di swap sul dollaro presso la facility della Bce da parte degli istituti europei, i quali oltretutto hanno aumentato i loro depositi sempre in dollari presso la Fed.

Insomma, il fantomatico istituto che la scorsa settimana avrebbe preso a prestito 500 milioni di dollari dalla Banca centrale resta ancora senza nome, in compenso questa settimana tutto sembra tornato alla normalità: nessuna manina o giornalista prezzolato è intervenuto? In compenso, il cds di Royal Bank of Scotland ieri ha toccato il suo massimo a 662 punti base, chiaro indizio che qualcuno lo sta puntando: peccato che RBS sia controllata dal governo britannico e quindi a basso rischio di default rispetto ad altri istituti commerciali privati.

Faccio un’ultima proposta, quindi: perché invece di idiozie con il bando delle vendite allo scoperto (scade domani e già gira voce di una possibile proroga), totalmente inutile visto che le azioni che si possono prendere a prestito pesano per il 3% del totale, non imponiamo a livello europeo un bando di tre mesi sui cds bancari, con contemporaneo obbligo - OBBLIGO - di pubblicazione dei dati riguardo le posizione su derivati denominati in credit default swaps bancari da parte di tutti - TUTTI - gli istituti europei? Ne scopriremmo delle belle e i superseri tedeschi si rivelerebbero al mondo per ciò che sono, ovvero il peggior esempio di capitalismo distorto e State-backed. Ci state?

© Riproduzione Riservata.