BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ L'esperto: ecco i titoli che possono far “esplodere” anche l’Italia

In questo periodo di grandi turbolenze sui mercati dei debiti sovrani, i credit default swaps potrebbero avere un ruolo importante. Ne abbiamo parlato con NICK DUNBAR

Foto Ansa Foto Ansa

Ci sono personaggi sconosciuti che, nel silenzio dei grandi media e lontano dalle vetrine delle librerie che pubblicano i soliti “saggi” ex post dei soliti noti, hanno saputo raccontarci con anni - non mesi - di anticipo le motivazioni, i meccanismi e gli strumenti che hanno reso possibile la crisi finanziaria globale che stiamo vivendo da ormai tre anni.

È il caso di Nick Dunbar, 46enne giornalista finanziario inglese, laureato in fisica a Cambridge e poi ad Harvard e folgorato sulla via di Damasco del giornalismo finanziario grazie a dei compagni di università che applicarono al trading le loro conoscenze matematiche. Direttore tecnico della rivista “Risk” edita da Bloomberg dal 1998, l’anno successivo pubblica il suo primo libro, divenuto subito un best-seller in mezzo mondo, “Inventing Money: the story of Long-Term Capital Management and the legends behind it”. Nel 2005 ha lanciato “Life&Pensions”, una pubblicazione gemella di “Risk” che si occupa di industria assicurativa e pensionistica, in particolare dei rischi connessi alle tecniche di management. Vincitore nel 2007 del prestigioso State Street Award, ora Nicholas Dunbar (ma per tutti è solo Nick) è tornato con un nuovo, straordinario libro dedicato a quella fucina di pazzia che sono gli strumenti derivati, in particolare i credit default swaps.

“The devil’s derivatives”, i derivati del diavolo, è stato pubblicato in America e in Gran Bretagna il 1 luglio scorso e a ottobre sbarcherà in Italia grazie a Egea, la casa editrice dell’Università Bocconi. Ilsussidiario.net ha interpellato Nick Dunbar durante le sue vacanze per parlare di derivati, crisi, ma soprattutto del ruolo che i cds potrebbero avere in questo periodo di turbolenze sul mercato obbligazionario, con spread alle stelle e aste cancellate. Questa è la prima volta che Nick Dunbar parla del suo nuovo libro con un media italiano.

 

Mr. Dunbar, come pensa che i cds possano avere un impatto sul mercato obbligazionario nel corso di questa estate di passione? Potrebbero essere il detonatore di una reazione a catena?

 

geofinanza.ilsussidiario.net


COMMENTI
04/08/2011 - Personaggio interessante (J B)

Grazie per la segnalazione. Avevo già letto qualcosa di lui e scritto da lui. Nick mi sembra ottimo per studiare i dettagli in profondità senza per forza essere dei professionisti della finanza. Francamente, però, per affrontare i problemi attuali ritengo più adeguati, tra gli altri, Von Mises, Rothbard e Hazlitt. Loro offrono una visione generale che cambia la percezione dei dettagli.