BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ L'esperto: ecco i titoli che possono far “esplodere” anche l’Italia

Foto AnsaFoto Ansa

Il punto di partenza più importante è che ci sia piena trasparenza sul mercato dei cds, cosa che non c’è stata finora. Una domanda aperta è questa: vietare il “naked shorting” o l’utilizzo di cds quando qualcuno non abbia esposizione sull’asset sottostante, può funzionare o essere anche solo applicabile come strategia? Come possono i regolatori europei impedire che un hedge fund statunitense compri cds italiani da una banca giapponese, per esempio? Ci sarebbe bisogno di un coordinamento globale in materia, penso che la trasparenza globale sia la priorità. Ricordiamoci, però, anche che il cash market può essere usato per attacchi speculativi, per cui controllare la speculazione sui cds non risolve necessariamente il problema, lo sposta unicamente da un’altra parte.

 

Pensa che ampliare la disponibilità monetaria dell’Efsf, il fondo salva-Stati europeo, in modo tale da renderlo pienamente operativo sul mercato obbligazionario secondario, sia una mossa sufficiente per proteggere Italia e Spagna e i loro bonds? Come giudica, in tal senso, l’atteggiamento bifronte della Germania, la quale dice una cosa a Bruxelles e una a Berlino?

 

Ritengo che il sostegno dell’Efsf al debito italiano e spagnolo potrebbe essere inevitabile per mantenere i loro costi di finanziamento a livelli sostenibili, permettendo contemporaneamente la ripresa economica e un tempo sufficiente per rimediare ai danni fatti finora. Detto questo, penso che i politici tedeschi abbiano reso il problema peggiore e più complicato di quanto non fosse necessario.

 

La copertina dell'ultimo libro di Nick Dunbar

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
04/08/2011 - Personaggio interessante (J B)

Grazie per la segnalazione. Avevo già letto qualcosa di lui e scritto da lui. Nick mi sembra ottimo per studiare i dettagli in profondità senza per forza essere dei professionisti della finanza. Francamente, però, per affrontare i problemi attuali ritengo più adeguati, tra gli altri, Von Mises, Rothbard e Hazlitt. Loro offrono una visione generale che cambia la percezione dei dettagli.