BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Bertone: l’ultimo Sos dell’Italia sotto assedio

Pubblicazione:venerdì 5 agosto 2011

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Insomma, se la terza spiegazione è almeno in parte valida, si sta giocando una partita davvero importante. È in gioco la sopravvivenza dell’euro o, più ancora, l’appartenenza dell’Italia al nucleo duro dell’Europa così come venne plasmata da Adenauer, Monnet e De Gasperi. Una sfida grossa, che richiede un mobilitazione eccezionale. Ci vogliono interventi destinati a cambiare le nostre abitudini di vita: l’allungamento della vita lavorativa, ad esempio, che però va messo in relazione a un forte shock fiscale a vantaggio dell’ingresso sul mercato del lavoro di giovani e donne.

Non illudiamoci: comunque vada a finire, nel futuro si dovrà lavorare di più e consumare di meno, se si vuole arrestare il ciclo del declino. Non è un dramma, purché si sappia gestire il processo. Ma se continua a dominare la filosofia dell’egoismo cieco, che nega l’evidenza per il proprio interesse particolare (è tutto un programma il titolo di apertura della Padania: “Il governo è più forte della crisi”) , l’esito sarà davvero drammatico. Alla larga dal qualunquismo di destra e di sinistra, quello che, solo poche settimane fa, ha trionfato nel referendum sull’acqua.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
05/08/2011 - ..... (Mariano Belli)

"nel futuro si dovrà lavorare di più e consumare di meno" si, per mantenere tutti coloro che sono andati in pensione a 50 col sistema retributivo.....i prossimi ci andranno a 70 con metà della pensione....se questo stato non si mette in mente di eliminare queste macroscopiche sperequazioni, non durerà ancora molto......