BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

COOPERATIVE/ Fiorentini (Bocconi): più tasse vuol dire meno solidarietà

Pubblicazione:martedì 13 settembre 2011 - Ultimo aggiornamento:martedì 13 settembre 2011, 18.30

Fotolia Fotolia

 Un esempio chiarisce cosa il professore intenda: «Coop Adriatica, una cooperativa di consumo, realizza corsi per le badanti per insegnare loro a fare acquisti con cognizione di causa per le persone che assistono». Non è da considerare di minore importanza il ruolo che svolgono nei confronti dei consumatori. «Fanno da calmiere rispetto ai prezzi della concorrenza, anche grazie al fatto che la filiera, spesso, è estremamente breve; dal produttore, che a sua volta, sovente, è una cooperativa, al consumatore». C’è da dire che anche altre aziende di consumo svolgono azioni considerate solidali nei confronti dei soci. «E’ vero - ammette dice Fiorentini -. Ma tale attività, in genere, è decisamente limitata rispetto a quella delle coop».



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.