BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

IL CASO/ L'esperto: così la proposta "salva anziani" rischia di impoverire le famiglie

Pubblicazione:lunedì 19 settembre 2011

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Valutando caso per caso. Scegliendo soluzioni condivise dalla famiglia nel suo complesso, se ci sono dei figli. La possibilità di una rendita derivante dalla vendita della casa potrebbe alla fine portare a una situazione più adatta all'anziano stesso. Ci sono varie soluzioni, comprese quelle che mi ha elencato, nel caso di anziani senza figli. All'occorrenza ci sono Fondazioni, le stesse banche che possono garantire fino alla morte del proprietario di casa il reddito per una vita decente.

Esiste già qualche cosa di simile ?

Proprio in Lombardia esiste il “Dopo di noi”. Si tratta di un fatto specifico, quello di genitori che hanno un figlio disabile e hanno una casa di proprietà. In questo caso si crea una Fondazione, oppure ci si appoggia a una Fondazione. La proprietà, alla morte dei genitori finirà alla Fondazione e questa garantirà vitto, alloggio e tutte le necessità al figlio disabile. Questa è una soluzione che può servire da esempio. In tutti i casi, ripeto, non mi sembrano problemi irrisolvibili. Il concetto fondamentale è non creare disequità tra le generazioni e nello stesso tempo utilizzare il patrimonio immobiliare personale che gli italiani hanno salvaguardato nella loro vita.

 

(Gianluigi Da Rold)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.