BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MANOVRA/ Così la Robin Tax minaccia i consumatori italiani

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

La qualità del servizio è uno degli obiettivi principali di una buona regolazione e l’attività dell’Autorità ha permesso di ottenere positivi risultati: la continuità del servizio elettrico ha raggiunto il livello migliore degli ultimi 10 anni, con la durata media delle interruzioni di responsabilità dei distributori scesa di oltre il 60%, a 44 minuti l’anno per cliente; inoltre, solo nell’ultimo anno e mezzo, i clienti elettrici hanno ricevuto circa 19,5 milioni di euro di indennizzi per le interruzioni particolarmente lunghe. Nel gas, negli ultimi 5 anni le dispersioni sono diminuite del 16% e i clienti hanno ricevuto circa un milione di euro di indennizzi per il mancato rispetto della regolazione.

 

Qual è la situazione a livello di assistenza fornita dai call center e di correttezza delle bollette?

 

L’Autorità effettua un monitoraggio costante dei call center degli operatori e, per promuovere un continuo miglioramento, ogni sei mesi pubblica una classifica di qualità. Inoltre, per dare informazioni e aiuto al pubblico, nel 2009 è stato creato lo “Sportello per il consumatore di energia”, con il numero verde 800.166.654. L’impegno per bollette sempre più corrette e trasparenti è testimoniata anche dai nostri provvedimenti, ad esempio la recente multa da oltre 700.000 euro a un operatore per violazioni su reclami, conguagli e fatturazioni. Questa Autorità ha deciso di investire molto sui metodi di regolazione che incidano sulla “reputazione” del venditore agli occhi del cliente finale, poiché il cliente costituisce il vero “valore” del venditore. Questa è la prima leva per far progredire una sana concorrenzialità nel mercato di massa.

 

A livello europeo, c’è un importante obiettivo, quello dell’efficienza energetica: su quali leve operare per mettere maggiormente in moto le tecnologie opportune?