BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BORSE/ Lo spread Bund-Btp è sopra i 390 punti, l'apertura delle Borse europee

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

All'apertura delle Borse di oggi 21 settembre, lo spread tra i titoli di Stato italiani e quelli tedeschi si è posizionato sopra i 390 punti base. I titoli hanno infatti aperto a 393.17 punti: lo spread fra Btp e Bund è a quota 395.39 punti, cioè più 0,657%. Si tratta di una salita del rendimento dei titoli italiani rispetto a ieri, passati dal 5,71% al 5,75%. Per quanto riguarda l'apertura delle Borse europee di stamane, Piazza Affari è in rialzo dopo un avvio insicuro. Quella della Borsa di Milano è l'apertura più positiva oggi in Europa, con il Ftse Mib al +0,45%. A portare in rialzo il risultato sono  alcuni titoli come Fiat Industrial, al +3,32% (Fiat è ferma al -0,09%), Bpm che è al +3,12% e Terna, con il +2,6%. Non stanno andando bene invece Enel Green Power, Mediolanum, Stmicroelectronics. Tutti gli occhi sommo ovviamente puntati sulla Grecia, che oggi dovrebbe comunicare le nuove misure contro la crisi e in attesa anche di sapere se verrà concessa la nuova tranche del prestito da parte della UE. In attesa, la Borsa di Atene ha aperto in leggero rialzo, +0,28%, mentre l'indice generale è di 846,59 punti. Vanno male invece Parigi (Bnp Paribas cede il 5%, Société Générale il 3,5%), Francoforte e Amsterdam.

Ecco gli indici delle principali Borse all'apertura di oggi: - Londra -0,68% - Parigi -1,29% - Francoforte -1,13% - Madrid -1,01% - Milano -0,15% - Amsterdam -1,24% - Stoccolma -1,22% - Zurigo -0,16%. Per quanto riguarda l'euro, questa mattina si è rafforzato e si è avvicinato a 1,37 dollari. Oltre all'attesa su quanto verrà comunicato dal governo greco, c'è molta attesa anche per le indicazioni che arriveranno dalla Federal Reserve. Da ieri è infatti riunito il Fomc, il comitato delle banche federali americane, che dovrà dare il verdetto sulle strategie di politica monetaria. Si parla di una "Operazione Twist" uno switch da titioli a breve scadenza, quelli da tre a cinque anni, a quelli a lunga scadenza. Il tentativo è abbassare i tassi sulla curva lunga e favorire l'accesso al credito alle imprese.



© Riproduzione Riservata.