BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BORSE/ Milano apre in calo poi recupera. Borse asiatiche a terra

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Borse in rosso, Milano parte male e così le principali borse europee, da Parigi a Francoforte. Malissimo le borse asiatiche, con Tokyo che è andata sotto del 2,17.Evidentemente il nuovo piano anti crisi da 3mila miliardi proposto ieri dal G20 non convince. Piazza Affari ha visto il Ftse Mib perdere l'1,67% a 13.434 punti e il Ftse All Share perdere l'1,57% con 14.239 punti. Male anche l'euro che si trova al minimo toccato negli ultimi dieci anni: viene valutato 1,3240 dollari w 102,75 yen. Le altre piazze europee hanno visto Parigi aprire perdendo l'1,90% e Francoforte l'1,25% mentre Amsterdam ha perso l'1,25%. Lo sperda tra bune tedesco e Btp decennale italiano sale ancora e si avvicina pericolosamente ai 400 punti: adesso è a 396 punti.E' da segnalare anche la pessima quotazione dell'oro che sui mercati asiatici è andato giù fino a toccare 1.575 dollari all'oncia, mentre venerdì alla chiusura delle borse era quotato 1.731 dollari.  Milano ha poi avuto un recupero che ha permesso di annullare le perdite e riportarsi in parità: il Ftse Mib è adesso in rialzo dello 0,05% mentre l'Al Share è sceso dello 0,1%. Tra chi perde, sono da segnalare Mediolanum che è a meno 0,49% e il comparto Bper a -1,86%. Bene invece Intesa SanPaolo che guadagna un 2,18%, così come Ubi Banca a più 0,81%, Banco Popolare a più 0,99%. Tutto questo all'apertura di una settimana che dovrà sciogliere molti nodi, a cominciare dalla Grecia all'eurozona in particolare dopo l'avvertimento giunto dagli Stati Uniti ad approvare misure di crescita per non cadere nel baratro. La proposta fatta dal G20 prevede una soluzione da 4mila miliardi: un progetto in tre punti che favorirebbe l''aumento dei fondo salva-stati già annunciato qualche giorno fa, quindi l'affronto del default della Grecia con la riduzione delle cifre per i creditori e la ricapitalizzazione delle banche europee. La Bbc ha detto stamattina che gli chi ha investito nel debito greco, gli investitori privati, si devono accontentare della riduzione del 50% di quanto spetta loro.



© Riproduzione Riservata.