BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

JEAN-CLAUDE TRICHET/ Se stimola la crescita, l’Italia può farcela

Jean-Claude Trichet, direttore della Bce, ha invitato l’Italia a stimolare la crescita per attuare il suo enorme potenziale e a continuare sulla strada del pareggio di bilancio

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Jean-Claude Trichet, direttore delle Banca centrale europea in procinto di passare il testimone al governatore di Bankitalia, Mario Draghi, ha indicato le linee guida affinché  il nostro Paese esca dal pantano della crisi. In un’intervista rilasciata a Il Corriere della Sera ha spiegato che l’Italia ha un potenziale enorme – derivante dal nostro spirito imprenditoriale e dalla capacità della famiglie di fondare un’impresa -, con una crescita ben al di sotto delle sue reali capacità. Secondo il numero uno della Bce, anzitutto, è necessario introdurre quelle riforme che rilancino lo sviluppo. Riforme strutturali, come quella della liberalizzazione delle professioni e del miglioramento della flessibilità del lavoro. A tal proposito, ieri, fonti del Tesoro annunciavano, dopo il colloquio del titolare dell’Economia con il premier, che oggi si sarebbe iniziato a mettere a punto quel pacchetto di misure post-manovra finalizzate a al rilancio del’economia e al bilanciamento degli effetti depressivi del provvedimenti di agosto. In cantiere, in particolare, dovrebbero esser messe la riforma delle liberalizzazioni e quella delle infrastrutture. La manovra, caratterizzata da tagli e nuove tasse, in grado di mettere gravemente a rischio la capacità di consumo delle famiglie, viene, tuttavia, lodata da Trichet.

Sono ben pochi, ha detto, a conoscere il fatto che, dall’anno prossimo, il nostro Paese avrà un avanza positivo. In sostanza, il banchiere centrale europeo, ha invitato l’Italia a procedere sulla strada intrapresa. Non poco, infatti, che un obiettivo sia stato definito e sia deciso di seguirlo sino in fondo. Per quanto riguarda il declassamento da parte di Standard & Poor’s di un “notch”, ha ribadito che da unto di vista degli investitori, l’unica cosa che conta è il loro giudizio personale. «Contano – ha sottolineato - i fondamentali e l'efficacia delle misure governative per consolidare la fiducia». I medesimi passi che, ha concluso, dovrebbe attuare la Grecia per riappropriarsi del proprio futuro. Piazza affari, dal canto suo, non sembra particolarmente condizionata dalla parole di Trichet. Agli operatori sembra non avr instillato particolare entusiasmo.