BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BBC/ Giallo su Alessio Rastani, il finto trader

Bbc: è giallo su Alessio Rastani, il finto trader intervistato in tv che ha raccontato di sognare un'altra recessione. Sul web ci si chiede se sia vero trader o bufala. Guarda il video

Alessio Rastani alla Bbc Alessio Rastani alla Bbc

Bbc: è giallo su Alessio Rastani, il finto trader - il video - L’intervista della BBC di pochi giorni fa ad Alessio Rastani, presentato come un trader indipendente, ha fatto il giro del mondo suscitando scalpore ed emozioni contrastanti: dall’ammirazione per il suo apparente candore ad una profonda indignazione per la natura delle sue dichiarazioni.
Rastani avrebbe infatti dichiarato alle telecamere “Devo confessare che vado a letto ogni sera sognando un’altra recessione, un altro momento come questo”, spiegando ad una attonita giornalista di come agli operatori di borsa poco importi dei risvolti etici “A loro interessa solo ricavare soldi dalla situazione, è questo il loro lavoro”. Sono forse queste le dichiarazioni che più hanno scioccato il pubblico e che gli sono valse perfino degli auguri di morte da parte di alcuni gruppi di Facebook. Rastani ha continuato l’intervista pronosticando crolli apocalittici sui mercati e ingenti perdite per i risparmiatori meno avveduti: “la crisi è come un cancro, se ti limiti ad aspettare, pensando che passi, proprio come un cancro, crescerà e alla fine sarà troppo tardi”. La cura indicata da Rastani consisterebbe nell’agire prontamente al fine di mettere in salvo le proprie finanze.
A causa della popolarità di questa intervista, immediatamente ripresa da tutte le agenzie e contenente succulenti dichiarazioni politicamente scorrette, “Goldman-Sachs governa il mondo”, si è creato un caso sulla sua attendibilità. “Trader o Bufala?” è il titolo più gettonato fra gli articoli che in queste ore si rimpallano la notizia, al punto che la BBC si è sentita in dovere di difende la propria credibilità rilasciando il seguente comunicato stampa “Abbiamo svolto indagini dettagliate e non sono state trovate prove che possano suggerire che l’intervista con Alessio Rastani potesse essere una presa in giro. È un operatore di borsa indipendente ed è una fra le tante voci che abbiamo mandato in onda per parlare della recessione”.  Anche Forbes, rivista economica americana, dopo un lungo test/intervista ammette che Rastani di economia ne capisca. Rastani nell’intervista puntualizza di non aver mai detto di essere un trader di professione ma solamente per hobby e che sia stata la BBC a cercarlo e non viceversa. Si difende anche dalle accuse di insensibilità spiegando come le sue parole siano state fraintese. “Hanno pensato che io mi leccassi le labbra all’idea di fare soldi sulla miseria della gente, mentre quello che io cercavo di fare era di avvertire tutti del pericolo … Stavo cercando di essere un bravo ragazzo”. Il suo intento, spiega, era quello di spiegare alla gente come ricavare soldi da un mercato depresso.
Ad una conclusione assai diversa giunge invece il Daily  Telegraph che, indagando un po’ più a fondo, arriva a svelare le condizioni economiche di Rastani. Egli lavora a casa dove vive con la sua compagna di vita Anita Eader, proprietaria dell’immobile, il suo saldo bancario attuale ammonterebbe a circa 1.200 euro, mentre le sue perdite, dopo 4 anni di trading, risulterebbero essere di ben 13.000. Secondo il Telegraph Rastani non sarebbe dunque la persona più indicata per chiedere consigli sull’andamento di mercato.
Ma al di là dell’attendibilità o meno della singola persona rimane da chiedersi se i temi da lui sollevati siano qualcosa su cui si possa tranquillamente sorvolare e se forse non sia un po’ troppo precipitoso bollare il tutto con la patente di facezia.