BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LETTERA BCE/ Fortis: con questa manovra l'Italia può farsi valere con il resto del mondo

Foto Ansa Foto Ansa

Noi faremo in quattro anni 262 miliardi di euro di avanzo primario, il che vuol dire che le entrate statali superano le uscite al netto degli interessi. Questo si ottiene con aumento delle tasse e contenimenti più che tagli, considerando poi che alcune spese come la sanità aumentano per modo inerziale. Il grosso che si ottiene viene dall'aumento delle entrate che passano dai 738 miliardi di euro del 2011 agli 818 del 2014.

In conclusione?

La nostra manovra non sarà esattamente quella che ci aveva chiesto la Bce, ma è una manovra che non fa nessuno al mondo: riuscire a cumulare in quattro anni un avanzo primario di 268 miliardi. Gli altri Paesi ad esempio gli Stati Uniti fanno deficit primari cumulati. Si potrà dire: certo, l'Italia è il Paese che ha il debito pubblico più esposto e quindi dobbiamo farlo, ma in realtà noi siamo la foglia di fico dietro la quale gli altri stanno fermi.

© Riproduzione Riservata.