BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

STANDARD & POOR'S/ Sale di due punti il rating di General Motors: accordo con il sindacato

Pubblicazione:giovedì 29 settembre 2011

Foto Ansa Foto Ansa

Il rating di General Motors è stato alzato di due punti dall'agenzia Standard & Poor's, la stessa che aveva declassato il nostro Paese e le nostre banche. Passa dunque da BB- a BB+ mentre l'outlook diventa da positivo a stabile. La motivazione della promozione sta nell'accordo siglato ieri dall'azienda automobilistica americana con il sindacato dei metalmeccanici Uaw per un accordo di contratto del valore di quattro anni. S&P ha anche detto di ritenere che "il contratto collettivo permetta al costruttore di Detroit una redditività continua e la generazione di liquidità in Nordamerica". Per S&P, poi, si ritengono buone le prospettive per la generazione di circa cinque milairdi di dollari di free cash flow che potranno essere prodotti dalle attività del prossimo anno, anche se il mercato automobilistico americano non dovesse dare forti segni di ripresa. "Il miglioramento del rating riflette la nostra opinione che, tra le altre cose, le prospettive di General Motors in merito a generazione di free cash flow e profitti nella sua attività di produzione automobilistica continuino a rafforzarsi, grazie alla sua base costi in Nord America, in combinazione con le previsioni su un miglioramento graduale delle vendite di autoveicoli in Nord America nel 2012" ha detto l'analista Robert Schultz. Da parte sua il presidente della General Motors, Dan Akerson ha detto in una intervista pubblicata dal Wall Street Journal che l'accordo con il sindacato permette stabilità finanziaria, la stessa raggiunta dal gruppo negli ultimi due anni, con un aumento dei costi del personale pari a 175 milioni di dollari. Nell'accordo si stabilisce altresì che ai 17mila dipendenti con gli stipendi più alti venga offerta una buonuscita mentre si promette di aprire uno stabilimento nel Tennessee che permetterà l'assunzione di 6400 persone ma con salari più bassi. Altri punti nell'accordo siglato: aumento dei salari di ingresso, un bonus da 5mila dollari e parte del salario legato ai risultati dell'azienda. Gioca un ruolo nella promozione dell'agenzia di rating anche il fatto che la General Motors è l'unica grossa azienda automobilistica ad aver trovato un accordo con in sindacati mentre Ford e Chrysler stanno ancora trattando.



© Riproduzione Riservata.