BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FONDO SALVA STATI/ La Germania aumenta lo stanziamento, ma servirà davvero?

La Germania ha deciso l'aumento del fondo salva stati, ma è davvero risolverà la situazione di crisi internazionale? Le Borse hanno reagito bene ma i problemi sussistono

Angela Merkel, foto Ansa Angela Merkel, foto Ansa

Con il voto di ieri del Parlamento tedesco la Germania ha deciso di aumentare la quota di soldi per il cosiddetto fondo salva stati, che dovrebbe adesso passare da 250 miliardi di euro a 440. E' una vittoria per il cancelliere Angela Merkel, ma anche una ulteriore possibilità di far fronte alla crisi economica che attraversa l'intero continente europeo. Nonostante questo, c'è chi ritiene insufficiente la dote salva Stati: si parla di un bisogno reale di almeno 4mila miliardi di euro se non di seimila. Il ministro delle finanze tedesco ha già comunque detto che di aumentare il fondo non se ne parla nemmeno. Le Borse al momento hanno reagito bene alla notizia, ieri è stata infatti una giornata positiva  anche se lo spread tra Btp italiani e Bund tedeschi rimane alto, a quota 370 punti. Buone notizie sono arrivate anche dal resto del mondo: negli Stati Uniti cala la richiesta di sussidi di disoccupazione mentre la Ford ha annunciato di voler assumere 7mila persone e la General Motors di aprire un nuovo stabilimento che darebbe lavoro a circa 6500 persone.  La disoccupazione in Germania si ferma a 6,9% un dato che rappresenta il tasso più basso dal 1990. Tutto ciò non significa che si stia arrivando alla fine della crisi: sempre ieri ad Atene lo scontro sociale ha raggiunto livelli dramamatici, i dipendenti pubblici esasperati hanno occupato diversi ministeri mentre cresce la preoccupazione per i debiti degli enti locali, un problema a livello internazionale sentito anche in Cina. La prospettiva tutt'altro che allontanata è il default della Grecia: tale passo permetterebbe al Paese gravato da un indebitamento enorme, di svalutare l'indebitamento stesso di circa il 50%. Ed ecco che si capisce il significato vero del fondo salva stati: in realtà sarebbe un fondo salva banche. Francia e Germania vogliono rimandare il più possibile il default greco per permettere alle loro banche di costruire un riparo tale da far loro subire meno danni possibili quando tal edefault potrà succedere. E in Italia è in primo piano il problema legato alla nomina del nuovo governatore della Banca d'Italia: c'è contrasto tra le parti e cioè è dannoso. Berlusconi è fermo sulla decisione per paura che Tremonti e Lega possano far cadere il Governo.

© Riproduzione Riservata.