BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SALDI INVERNALI 2012/ I 10 consigli per evitare fregature e brutte sorprese

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

SALDI INVERNALI 2012 AL VIA IL 5 GENNAIO - LE 10 REGOLE PER EVITARE BRUTTE SORPRESE Nelle maggior parte delle città i saldi prenderanno il via giovedì 5 gennaio, ma in alcune si è già partiti oggi. È il caso di Basilicata e Sicilia. In Alto Adige e in Molise si partirà invece sabato 7 gennaio, mentre in Val d’Aosta martedì 10 gennaio. Infine, in Trentino i negozianti decideranno autonomamente la data di inizio dei saldi, che dovranno durare al massimo 60 giorni. Non ci sarà più dunque una data differenziata per ogni regione come accadeva fino all’anno scorso. Cosa che spesso creava dei veri e propri flussi di consumatori che si spostavano da una città all’altra per cercare di sfruttare prima sconti e promozioni offerte dai saldi, sia nei negozi che nei centri commerciali o nei grandi outlet. Per l’occasione il Codacons, Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori, ricorda il “decalogo” per evitare fregature e brutte sorprese. Vediamo quali sono le dieci regole d’oro da seguire nei saldi.

1 - Conservare sempre lo scontrino: Non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare. Il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso anche se dichiara che non è possibile farlo con i capi in saldo.

2 - Attenzione ai cartellini “saldo”: la merce messa in  vendita sotto la voce “saldo” deve essere l’avanzo della stagione autunno-inverno 2011 e non qualche residuo o fondo di magazzino.

3 - Girare più negozi: ciò permette di confrontare meglio i prezzi e di trovare l’occasione migliore. Si eviterà in questo modo di pagare di più per uno stesso capo o merce.

4 - Avere le idee chiare:  In questo modo si comprerà solo quello che è necessario, evitando di tornare a casa con tante cose, acquistate magari a buon prezzo, ma che non saranno usate mai.

5- Attenzione agli sconti sopra il 50%:  spesso nascondono merce non proprio nuova o prezzi di partenza non reali.

6 - Usare negozi di fiducia: oppure acquistare merce di cui si conosce già il prezzo o la qualità. In questo modo si capirà meglio quanto è conveniente l’acquisto.

7 - Occhio al cartellino: che deve indicare chiaramente il vecchio prezzo, quello nuovo e la percentuale dello sconto applicato. Inoltre, la merce in saldo deve essere separata da quella nuova non in offerta.

8 - Provare è meglio che guardare: Provare i capi d’abbigliamento è sempre meglio che acquistarli limitandosi a guardarli. Tuttavia, la possibilità della prova è rimessa agli esercenti, dato che non c’è nessun obbligo a loro carico in materia.


  PAG. SUCC. >