BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SEMPLIFICAZIONE/ Documenti, università, certificazioni e bollino blu: ecco i punti principali del decreto

Pubblicazione:

Il ministro alla Funzione pubblica e alla Semplificazione, Filippo Patroni Griffi (InfoPhoto)  Il ministro alla Funzione pubblica e alla Semplificazione, Filippo Patroni Griffi (InfoPhoto)

E’ atteso per venerdì in Consiglio dei ministri il nuovo decreto sulle semplificazioni la cui idea di fondo, spiega il ministro alla Funzione pubblica e alla Semplificazione, Filippo Patroni Griffi, «è che dove c'è una lungaggine dobbiamo intervenire per eliminarla». Tante le novità e tanti i settori coinvolti, cominciando dai documenti personali: il cambio di residenza, che potrà essere richiesto anche online, avverrà in tempo reale, mentre gli atti tra Comuni e enti viaggeranno solo in modalità telematica, come anche le domande per i concorsi pubblici. Per il rilascio e il rinnovo della patente sarà necessario solo il certificato medico, mentre per gli over 80 sarà il singolo medico a effettuare la visita, e non la Commissione. Infine, la carte d’identità scadranno nel giorno e mese di nascita e entrerà in vigore un nuovo bollino blu per il controllo dei fumi delle auto che non avrà più cadenza annuale, ma ad ogni revisione. In questo decreto si punta molto sul web, così ecco che anche le iscrizioni all’università saranno possibili solamente online, a partire dall’anno accademico 2012-2013, grazie a un unico portale nazionale che permetterà di immatricolarsi in tutti gli atenei del Paese. Online anche i servizi per la verbalizzazione degli esami di profitto e di laurea. Parliamo ora di enti pubblici: gli oneri amministrativi dovranno essere sempre pareggiati dalla Pubblica Amministrazione, quindi il saldo tra oneri aggiunti e oneri eliminati dovrà essere pari a zero a fine anno. La semplificazione riguarda anche le imprese, che potranno attivare convenzioni con gli uffici pubblici, e grazie alla nuova Banca dati nazionale dei Contratti pubblici sarà anche più facile assumere stagionali e partecipare agli appalti. E’ tutto pronto anche per la nuova Agenda digitale italiana, che avrà l’obiettivo di realizzare «delle infrastrutture tecnologiche e immateriali» per rilanciare l’e-government e il cloud computing. Tutto digitalizzato, quindi, come anche scuola e università, che permetterà di evitare lunghi ed estenuanti iter burocratici. Per quanto riguarda invece il settore assistenza, l’Inps monitorerà la spesa per l’assistenza sociale e raccoglierà poi nel cosiddetto Casellario dell’assistenza tutti i dati riguardo i cittadini che usufruiscono di agevolazioni.


  PAG. SUCC. >