BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BANKITALIA/ L'esperto: vi spiego perché le famiglie sono sempre più povere

Pubblicazione:

Foto Fotolia  Foto Fotolia

Prima della crisi la situazione del nostro Paese era migliore rispetto a quella di tanti altri paesi, proprio per questa maggiore propensione al risparmio, che poi è particolare dei paesi che hanno vissuto la guerra, come Germania, Italia e Giappone. Se andiamo quindi a guardare i rapporti ricchezza-reddito e debito-reddito delle famiglie, l’Italia resta uno dei Paesi migliori a livello mondiale. La ricchezza italiana è 5 o 6 volte il debito pubblico, e non parlo solo della ricchezza in immobili, ma anche di quella liquida, quindi l’Italia resta senza dubbio un Paese che, purtroppo anche grazie all’evasione, ha comunque delle buone riserve di ricchezza. E in cui, se guardiamo agli altri paesi europei, le famiglie non sono poi così indebitate.

Cosa pensa del decreto-legge sul sovra indebitamento, la cosiddetta “legge salva-famiglie”, che mira a  fronteggiare le situazioni di crisi delle famiglie italiane?

Uno dei problemi principali del sistema economico in generale è la sottovalutazione dell’importanza della vita di relazioni. Si tratta di un fatto molto grave, un problema che definirei di riduzionismo filosofico: pensare che le persone siano delle monadi e costruire delle politiche conseguenti ha avuto degli effetti molto negativi sul benessere della gente. C’è quindi tutta una serie di dati che parla di fallimento delle relazioni, e proprio per questo la famiglia deve essere sempre di più un bene fondamentale su cui bisogna investire, perché produce capitale sociale e benessere.

 

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.