BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BOLLO AUTO/ 31 gennaio, scade oggi. Chi deve pagare il superbollo

Oggi 31 gennaio ultimo giorno per pagare il bollo auto per tutti coloro a cui scadeva nelmese di dicembre o che hanno immatricolato una vettura nuova. Il caos del superbollo

Foto Infophoto Foto Infophoto

Ultimo giorno oggi 31 gennaio per pagare il bollo auto. Lo devono pagare tutti coloro che hanno una vettura superiore ai 35 kw, chi ha immatricolato la propria macchina tra il 22 dicembre 2011 e il 21 gennaio 2012. Ricordiamo che il bollo si paga sempre entro un mese dalla sua naturale scadenza. Solo le regioni Lombardia e Piemonte permettono di posticipare il pagamento del bollo entro il 29 febbraio a chi ha immatricolato la vettura nel mese di gennaio 2012, decisione dovuta al fatto che ogni regione ha competenza autonoma sul decidere gli scadenzari di pagamento in materia di tasse. Secondo poi la riforma finanziaria del governo recentemente approvata, le singole regioni hanno facoltà di imporre un aumento del 10% per reperire fondi utili alle proprie risorse interne, visti i tagli imposti dal governo alle regioni stesse. Devono pagare il bollo entro oggi 31 gennaio anche i possessori di motocicli. Il bollo si paga nei tabaccai convenzionati, negli uffici postali, negli uffici dell'ACI, nelle banche e nelle agenzie che fanno pratiche automobilistiche. Chi non paga entro oggi o comunque entro le scadenze previste nel corso dell'anno, subisce una penale con gli interessi di mora che varia dal 3 al 30% a seconda del periodo di ritardo del pagamento. Se si paga entro trenta giorni dalla scadenza la sanzione è pari al 3%; se si superano i trenta giorni si paga una sanzione ridotta del 3,75% e se invece si supera di un anno il termine di scadenza, si paga la sanzione piena che è pari al 30%. Ricordarsi poi di tenere la ricevuta del pagamento per un periodo di almeno cinque anni nel corso dei quali si può essere soggetti a verifiche di pagamento. Infine il superbollo introdotto dal governo con la sua manovra finanziaria. Una decisione che rientra nell'ambito dei cosiddetti beni di lusso, relativi cioè in questo caso alle machine che costano cifre considerevoli. Lo devono pagare infatti tutti i possessori di vetture con potenza superiore ai 185 kw. In questi casi si pagano venti euro in più per ogni kw. Ci sono però delle eccezioni e degli sconti previsti dalla manovra stessa.