BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Tutti i numeri che inchiodano le banche spagnole

InfophotoInfophoto

Insomma, per Wyman c'è da sperare che le cose vadano sempre peggio, visto che stando alle sue argute valutazioni, nello scenario peggiore le banche spagnole venderanno centinaia di miliardi di debito per beneficiare del deleveraging sul Core Tier 1! Vi rendete conto dell'idiozia? Il problema è che sia la Bce che il Fmi hanno dato il loro assenso e messo la firma su questa messe di barzellette! Manca però un particolare: a chi venderebbero il loro debito le banche spagnole? All'open market, forse? E a che prezzo, caro Wyman? Temiamo che in questo caso, le perdite totali per gli istituti sarebbero un filino maggiori di 270 miliardi di euro...

Inoltre, gli stress test non fanno riferimento alla continua fuga di capitali vissuta dalle banche spagnole, oltre 300 miliardi da inizio anno, solo negli ultimi tre mesi quasi pari al 50% del Pil spagnolo. E siccome i depositi bancari sono liabilities degli istituti, la continua diminuzione significa tre cose: le banche devono generare profitti e aumentare l'equity degli azionisti per annullare le perdite in liabilities, cosa che nell'attuale scenario non può accadere; le banche devono vendere assets, atto che nell'attuale scenario di prezzi allegri significa far fronte a perdite impreviste proprio sulla vendita di quegli assets; quindi, continueranno a piazzare quegli assets - anche attraverso operazioni repo - presso la Bce per ottenere denaro.

Insomma, per Wyman la situazione generale delle banche spagnole non è così male, per il semplice fatto che potranno tamponare le perdite, più in uno scenario avverso che base, vendendo centinaia di miliardi di debito che solitamente piazzano alla Bce come collaterale! Quindi, al netto del fatto che qualcuno lo compri e a quale prezzo, questo porterà rapidamente al prosciugamento del poco collaterale ancora eligibile presso l'Eurotower e quindi alla possibilità per la Bce di finanziare le banche e tamponare la fuga dei depositi! Insomma, la Spagna e le sue banche camperanno solo grazie al fondo di emergenza Ela, almeno fino a quando la Banca centrale spagnola avrà anch'essa capitale eligibile.

Tanto più che la formazione di capitale per le tre principali banche spagnole - Santander, BBVA e Bankinter - aumenta sotto uno scenario avverso, più che sotto uno scenario base: come dire, per salvare i conti, i tre giganti spagnoli devono sperare che l'economia spagnola venga completamente distrutta! Ma vi rendete conto della quantità di idiozie che hanno regalato ai mercati venerdì gli spagnoli (a Borse debitamente chiuse)? I greci, in confronto, sono dei dilettanti nel truccare i conti! Non vi basta quanto vi ho raccontato? Non vi convince? Bene, guardate questo grafico: