BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DETRAZIONI E DEDUZIONI/ Retroattività, ecco cosa succede per la dichiarazione dei redditi

Pubblicazione:

(Infophoto)  (Infophoto)

Non ci darei troppo peso, perché tanto la riduzione delle aliquote Irpef di un punto percentuale per le due fasce di redditi più bassi sarà compensata dall’incremento dell’1% sull’Iva. Di fatto, con un reddito di 30 mila euro le aliquote Irpef incidono per 163 euro e l’Iva per 180. L’effetto, si vede a occhio, è nella maggior parte dei casi nullo se non addirittura peggiorativo. E il saldo comunque sarà negativo per la maggior parte delle persone.

Lunedì il disegno di legge verrà presentato alla Camera. Cosa si aspetta che possa succedere?

Non lo so. Fatta così, la legge di stabilità mi sembra una manovra “raffazzonata”. Era meglio lasciare le cose come stavano senza toccare né l’Iva, né le detrazioni. La retroattività invece darà un vantaggio in termini di gettito sul 2012. Il coacervo delle manovre alla fine darà un gettito più alto che avvantaggerà le casse dello Stato, ma non quelle dei contribuenti, visto i consumi che si stanno deteriorando.

E cosa si dovrebbe fare dal suo punto di vista?

Agire sulla spesa pubblica che ha superato gli 800 miliardi di euro e lavorare di più sulla cessione e valorizzazione di asset pubblici e sulla spending review che finora è stata praticata ben poco perché hanno pesato le resistenze di molti. Io poi farei un fondo attraverso il quale ridurre il carico fiscale per ogni somma recuperata dalla lotta all’evasione. Ma il governo ha preferito ricorrere alla soluzione più semplice: innalzare il carico fiscale, anziché ridurlo.

 

(Matteo Rigamonti)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.