BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

LEGGE DI STABILITA'/ Aumenta l'iva per le cooperative sociali e accise fisse sulla benzina

foto Infophotofoto Infophoto

Ma non è tutto. Da luglio 2013, la tassazione aumenterà nuovamente passando dal 10 all'11%. Inevitabilmente, tutto ciò comporterà maggiori spese per le Asl e i Comuni e una riduzione drastica dei servizi che colpirà gravemente da una parte le categorie più fragili e dall'altra tutte le famiglie che vedranno ridursi i servizi o aumentare i costi. Novità anche per quanto riguarda la tassa sulle transazioni finanziarie, la Tobin Tax. Sia compratore che venditore dovranno accollarsi, in parti uguali, lo 0,05% del valore del contratto. Non ci sono buone nuove nemmeno per le aziende: la percentuale di deducibilità dei costi sostenuti per le auto aziendali scende, infatti, dal 27,5 al 20 per cento.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
14/10/2012 - Vorrei sbagliare (Daniele Scrignaro)

Relativamente alle persone disabili, oltre all’aumento dell’IVA che procurerà disagi e servizi peggiori neppure pienamente valutabili adesso, mi risulta che è previsto il dimezzamento dello stipendio per i periodi di assistenza, per esempio, di un figlio ai genitori gravemente disabili (legge 104/1992). Non ho trovato numeri precisi, ma l’ordine di grandezza è di 100 milioni di euro (circa lo 0,01% del Pil), meno di 3/4 del costo di uno dei 90 cacciabombardieri che è stato già deciso di acquistare. Tre domande. Prima, perché il governo e il parlamento che approva si attaccano a queste briciole? Non si tratta di recuperare uno spreco perché quei disabili gravi se ricoverati costerebbero ben di più allo Stato. Non ne vedo motivo economico: se di fronte alle grandi necessità di recupero che raccontano si perde tempo con questi piccoli numeri, non si vuole affrontare il problema reale. O non si può? Da più parti si comincia a parlare di progetti internazionali di “affossamento” dell’Italia – stamani su una tv nazionale –: o sono “balle” o i nostri governanti sono o consenzienti (?!) o “obbligati” – democrazia paravento per oligarchia non è novità. Seconda domanda, perché l’Intergruppo parlamentare, e il suo ispiratore (Maurizio Lupi) tacciono? Tre opzioni: non lo reputano importante, può incrinare la cadrega, non possono. Terza, si sta tirando l’elastico senza spiegare, motivare. Dove vogliono portarci?