BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE DI STABILITA’/ Casero (Pdl): cambiamola, ci sono 400 miliardi tagliare le tasse

Pubblicazione:giovedì 18 ottobre 2012

Infophoto Infophoto

La strada maestra per abbassare le tasse consisterebbe in una vendita dei beni immobili e non dello Stato; comprendiamo bene come il momento non sia propizio e il mercato, attualmente, sia fermo. Tuttavia, è possibile ipotizzare un piano di medio periodo.

In cosa consisterebbe?

Tutti i beni vendibili dello Stato ammontano a 1500 miliardi di euro circa. Noi abbiamo proposto la creazione di un fondo con immissione nell’attivo di circa 400 miliardi di patrimonio pubblico da vendere in 15-20 anni. In questo periodo, contestualmente alla graduale vendita, potremmo valorizzare i beni interessati. Il fondo emetterebbe obbligazioni che, essendo garantire da beni certi, avrebbero un rating estremamente elevato e consentirebbero anch’esse di abbassare le tasse.

In particolare, quali soni i beni che dovrebbero far parte di questo fondo?

Palazzi, caserme, quote nelle municipalizzate, partecipazioni in aziende e via dicendo.

Lei pensa che il governo dovrebbe vendere anche le quote possedute in aziende strategiche quali Eni, Enel o Finmeccanica?

Può tranquillamente farlo. Con la clausola della golden share che gli consenta di  mantenere le prerogative decisionali in merito alla scelte strategiche e agli investimenti di queste aziende.

Quali sono le linee che condividete con il Pd?

L’iniquità delle retroattività delle detrazioni; tuttavia, presenteremo emendamenti diversi. Sulla vendita del patrimonio pubblico, invece, assistiamo a quelle resistenze tipiche di quella mentalità statalista che finora ha impedito l’operazione.

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.