BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

UNIONE EUROPEA/ Merkel: sì al diritto di intervento sui bilanci nazionali

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Angela Merkel propone un nuovo passo nella lotta alla crisi economica. Si tratta di nuovi fondi dell'Unione europea dedicati a progetti speciali. Ma non solo. Forse più interessante per il futuro dell'Europa è l'idea di dare diritto di intervento all'Unione sui bilanci nazionali. Il cancelliere tedesco ha spiegato questi concetti durante un intervento al parlamento tedesco: "Abbiamo fatto buoni progressi nel rafforzamento della disciplina di bilancio con il fiscal pact, ma siamo dell'opinione, e parlo a nome del governo tedesco, che dobbiamo fare un passo in avanti nel dare all'Europa il diritto di intervento sui bilanci nazionali". La proposta proviene dal ministro delle finanze tedesco su cui Angela Merkel si è detta d'accordo: si tratterebbe di creare un commissario unico per l'euro e di dare più poteri al parlamento europeo. Si tratterebbe anche di aprire un nuovo fondo che potrebbe essere alimentato con i ricavi della tobin tax e con questi fondi investire in progetti particolari nei vari Paesi membri dell'Unione. Un nuovo strumento di solidarietà, lo ha definito la Merkel. "Il governo tedesco continuerà a fare pressioni affinché sia concesso all'Unione Europea il potere di veto sui bilanci degli Stati membri che non rispettano le regole sul deficit" ha aggiunto. Dettate dunqu ele linee guida per il futuro prossimo dell'Europa. da vedere adesso le reazioni die princiapli apesi dell'Unione stessa, Italia per prima.  Il cancelliere ha poi parlato anche della Grecia, ripetendo il suo auspicio che il paese rimanga nell'euro, perché è interesse dell'Unione e dell'Europa intera. ''Questa è la posizione con cui il governo tedesco e noi aspettiamo il rapporto della Troika (Bce, Fmi e Ue). Non faremo valutazioni anticipate'', ha detto. Attesa dunque per capire su che strada potrà andare il paese ellenico. Per quanto riguarda invece l'altro grande ammalato d'Europa, la Spagna, il cancelliere ha detto che la Germania non entrerà in merito alla scelta che il paese potrebbe fare di chiedere o no il piano di salvataggio europeo


  PAG. SUCC. >