BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VERTICE UE/ Merkel contro Hollande, tensione a Bruxelles

Pubblicazione:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

Al vertice europeo di Bruxelles scontro e tensione tra i due leader che di fatto tengono in mano l'Unione stessa, e cioè quello tedesco Angela Merkel e quello francese Francois Hollande. Dopo l'ottima relazione che si era instaurata tra la Merkel e Sarkozy infatti la stessa cosa non si può dire con il nuovo presidente francese che già in altre occasioni ha dato atto di non amare troppo la condotta della collega e magari di preferirle invece quella di Mario Monti. Lo scontro oggi, se scontro si può definire, è stato incentrato sulla diversità di contenuti che il vertice stesso doveva avere. Arrivata direttamente dal parlamento tedesco dove aveva tenuto un discorso che illustrava le nuove idee sul futuro dell'Unione europea, la Merkel era intenzionata a che tali idee venissero discusse. In particolare, il potere di veto da parte dell'Unione sui budget dei singoli paesi, con il diritto di intervenire dunque nel bilancio stesso dei singoli paesi. Per la Merkel, una iniziativa importante per compiere quello che lei ha definito un passo avanti dopo i progressi fatti nel rafforzamento della disciplina di bilancio con il fiscal pact. La creazione di un commissario unico per l'euro è quanto sostiene la Merkel d'accordo con il suo ministro delle finanze: "Quando disporremo di un meccanismo in grado di dichiarare non valido un bilancio, allora avremo bisogno di qualcuno in seno alla commissione con la necessaria autorità e non c'è che il commissario agli affari esteri che possa farlo: so che numerosi Stati membri, sfortunatamente, non sono ancora pronti a farlo, ma questo non cambia il fatto che ci batteremo per questo". ha detto. L'iniziativa non è però piaciuta a Hollande che ha detto che questo vertice non era stato pensato per discutere questa idea. Il tema, ha spiegato, è "unione bancaria, Spagna, Grecia e tutte le condizioni necessarie per risolvere la crisi". L'unione bancaria per Hollande era il tema principale del vertice, ha insistito, spiegando che "La sola decisione che dobbiamo prendere è la conferma della messa in funzione dell'unione bancaria entro fine anno e, in particolare, della prima fase che riguarda la supervisione". Rispetto a quanto proposto dalla collega tedesca ha detto che non è ancora tempo di aprire un nuovo trattato europeo. 


  PAG. SUCC. >