BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

LEGGE DI STABILITA'/ Irpef e Iva, ecco dove ha sbagliato Grilli

Vittorio Grilli (Infophoto)Vittorio Grilli (Infophoto)

Se l’intervento sull’Iva fosse stato pensato per ridurre il carico per le imprese o il costo del lavoro poteva anche essere in qualche modo giustificato, ma in questo modo ci ritroviamo solamente con un aumento dei prezzi che ha come contropartita un sostanziale aggravio per molte famiglie. Sono quindi dell’idea che non sia stata una manovra particolarmente intelligente e, personalmente, non riesco davvero a capirne la logica.

 

Bankitalia ha addirittura ipotizzato un’ulteriore futura manovra a primavera. Cosa ne pensa?

 

Spero vivamente che non ce ne sia bisogno e che si possa attuare solamente un deciso taglio delle spese. Bisogna però dire che una correzione, se effettivamente piccola, può essere anche ipotizzabile. Non dimentichiamo che l’anno scorso, in gran parte con il governo Berlusconi, abbiamo assistito a manovre per 80 miliardi di euro: a confronto, questa che stiamo commentando è tutto sommato poca cosa. Un’eventuale altra manovra sarebbe però un ulteriore segnale del fatto che intervenire sull’Irpef e nello stesso tempo alzare le aliquote Iva si è rivelato uno spreco inutile. Credo che al momento abbiamo ancora una certa libertà di movimento nel taglio della spesa pubblica, su cui Monti deve mostrare decisamente più coraggio. Sono inoltre dell’idea che il governo abbia commesso diversi errori di comunicazione.

 

In che senso? 

 

In alcune occasioni il presidente del Consiglio ostenta un evidente ottimismo affermando che la ripresa è vicina e che la crisi è ormai quasi superata, ma spesso tali dichiarazioni vengono velocemente smentite. Il governo dovrebbe quindi evitare questa continua alternanza di docce calde e fredde che non fanno certamente bene agli italiani. L’ultimo esempio è rappresentato proprio da questa cosiddetta legge di stabilità, il cui stesso nome è stato già smentito.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
24/10/2012 - Benefici per gli Italiani? Questione di atti. (claudia mazzola)

Qui a Bs c'è un atto di furto al dì. Stamattina al super fregato al volo un incasso. Sarà perchè non c'è lavoro e la gente delinque, non sa più che fare. La politica si faccia un atto di coscienza.