BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Grecia o Germania: chi “staccherà la spina” all’euro?

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Il ragionamento non fa una piega. L’economista dimentica solo che quelli che lui chiama “i creditori” sono banche tedesche e francesi. Prima o poi i nodi verranno al pettine. O i tedeschi si stuferanno di pagare per il loro sistema bancario, o si stuferanno i greci di soffrire inutilmente. E nel momento del caos, quando qualcuno improvvisamente abbandonerà l’euro, bisognerà pure vedere chi rimarrà col cerino in mano. La Bce, infatti, per sostenere l’euro, si è riempita di titoli tossici. Se la Grecia abbandona l’euro, chi rimarrà a pagare per quei titoli tossici?

Si prevede una catastrofe finanziaria, bancaria e monetaria. Ma se finora ci ho preso abbastanza con le previsioni, fidatevi di me. Io sono ottimista.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
11/11/2012 - considerazioni (francesco taddei)

l'unica possibilità di mantenere una sovranità nazionale è che gli stati si diano obiettivi comuni a lungo termine, lasciandosi libertà di manovra per raggiungerli. ma dopo 10 anni di buone intenzioni chi è causa del suo mal... Invece sulla questione dei fondi ai terremotati emiliani dovremmo tutti riflettere sul fatto che per i nordici (quando va bene) siamo paesi periferici, quando è peggio usano un terremoto o una crisi finanziaria per metterci al tappeto e soffiarci le eccellenze. e per i "migliori" chi non è europeista è antidemocratico,populista,estremista....