BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FONDI UE/ La "burocrazia" rischia di lasciare a secco l’Italia

Infophoto Infophoto

Un anno fa, il Cnel ha approvato un Documento di Osservazioni e Proposte a Governo e Parlamento sulle infrastrutture in cui indicava l’urgenza di predisporre un quadro generale coerente e aggiornato nell’ambito del quale i singoli Ministeri possano definire le loro specifiche linee guida obbligatorie e standardizzate. Un nuovo Documento di Osservazioni e Proposte è pronto da mesi. È difficile comprendere perché la sua formalizzazione venga ritardata visto che non solo è stato condiviso in toto da quasi tutte le Parte sociali e supportato dai principali Ministeri. Alti livelli di Ocse, Banca Mondiale, Nazioni Unite e di alcuni dei principali centri di ricerca internazionale sono scesi in campo perché venga varato al più presto.

Inoltre, nel corso della preparazione del documento è giunto un invito al Cnel ad assumere un ruolo nella preparazione di una Guida operativa per l’analisi di investimenti pubblici (e di operazioni di finanza di progetto) attualmente allo stato iniziale di preparazione da parte dell’Uval del Ministero dello Sviluppo Economico, della Cassa Depositi e Prestiti e dell’Irpet (l’Istituto regionale di programmazione della Regione Toscana).

Le scadenze sono ormai immediate. Non facciamoci altri danni.

© Riproduzione Riservata.