BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

REDDITEST 2012/ Alberto Goffi: uno strumento che ha dei difetti. E il redditometro...

Foto: InfoPhoto Foto: InfoPhoto

Come ho detto, il Redditest è solo una simulazione, mentre sarà il redditometro a far scattare l'invio degli accertamenti. E, come al solito, si tratta di un invio retroattivo.

Quindi?

Quindi lo strumento entrerà in vigore del primo gennaio del prossimo anno, ma sarà retroattivo al 2009, quando i parametri erano decisamente diversi da quelli stabiliti oggi. Questo potrebbe quindi generare facilmente l'invio di accertamenti con richieste di giustificativi su spese effettuate oltre tre anni fa.

Con quali conseguenze?

Non vorrei che in questa morsa finissero davvero le persone che oggi hanno più difficoltà. Chi più di tutti oggi sceglie di fare il Redditest, infatti, sono quelle famiglie terrorizzate di non rientrare nei parametri, quindi assolutamente non evasori. Insomma, lo strumento può anche essere considerato utile, ma francamente mi sarei aspettato qualche accortezza in più. 

 

(Claudio Perlini)

© Riproduzione Riservata.