BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIGANOMICS/ Le banche incassano, mentre Bersani “scommette” su Ansaldo energia

Pubblicazione:

Marchionne non è solo. La Fnac, la catena di grandi magazzini dove si possono comprare libri, computer, tv, telefonini, programmi di software, ecc. ha fatto l’ultimo passo formale per andarsene. Il gruppo francese, fondato nel 1956 da due militanti trotzkisti, è ora posseduto dalla Ppr di François-Henry Pianault, una multinazionale della moda che nel 2000 è sbarcata in Italia aprendo vari punti di vendita. Ma ora se ne va, cede al fondo di private equity Orlando. Perché l’abbandono? Una nota della società risponde così: “Fin dal nostro arrivo non abbiamo mai trovato le condizioni operative per affermarci in questo Paese”. Sono più o meno le stesso cose che dice l’amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, per spiegare i suoi traslochi verso Olanda e Stati Uniti.

 

Uno bravo alla Rai. Le nomine alla Rai, come era largamente atteso, hanno seguito il copione tradizionale. Torna in mente una battuta di Ettore Bernabei, democristiano di ferro, dal 1960 al 1974 direttore generale della tv pubblica: “Oggi ho assunto cinque giornalisti: un democristiano, un socialista, un comunista e un repubblicano. Più uno bravo”.

 

Sconsigli per gli acquisti. L’ultima creatura di casa Apple, l’iPhone 5, è certamente uno straordinario prodotto di tecnologia e di design, oltre che uno status symbol oggetto del desiderio di milioni di persone. Ed è anche un grande affare (per il venditore) visto che secondo alcuni economisti il suo lancio sul mercato ha fatto crescere dello 0,5% il Pil americano. Ma ha un problema serio: dopo poche ore di uso si scarica. Com’è possibile che una simile meraviglia delle tlc che mette in tasca a ognuno le sterminate praterie dei social network, abbia una dipendenza così ansiosa da uno spinotto? L’iPhone è concepito solo per navigatori stanziali sempre a portata di una qualche fonte di alimentazione? Come mai ha bisogno di tre pit stop al giorno? Il produttore deve migliorarlo; ai consumatori conviene riflettere bene, e informarsi, prima di comprarlo.

 

giganomics.it@gmail.com

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.