BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Romney, dopo l’attacco un doppio "assist" all’Italia

Pubblicazione:

Mitt Romney (Infophoto)  Mitt Romney (Infophoto)

Il vostro chroniqueur non ha alcuna voce in capitolo sulle elezioni Usa. E, quindi, non parteggia per nessuno dei due candidati. Tuttavia, non sarebbe professionale per un economista non sottolineare che da una vittoria di Romney l’Europa avrebbe non solo il vantaggio di una politica americana di liberalizzazione degli scambi internazionali (che è mancata negli ultimi quattro anni), ma sarebbe un free rider (beneficiario collaterale) della politica Usa contro la contraffazione in Cina e contro il protezionismo russo oltre che cinese: le imprese europee esportano in Cina oltre il doppio di quelle americane e in Russia ben otto volte quelle degli Stati Uniti. Quindi potrebbero trarre grandi vantaggi in questi due vasti mercati.

Inoltre, la riduzione del carico fiscale negli Usa sarebbe utile all’Europa almeno sotto due profili. Se, in senso keynesiano, accelera la ripresa americana, l’Ue avrebbe un traino a cui agganciare la propria. Se non ha effetti keynesiani, ma anzi produce principalmente inflazione interna negli Stati Uniti, da un lato, il “made in Europe” diventerebbe più competitivo nel mercato americano e, da un altro, gli europei avrebbero uno stimolo ulteriore a chiedere a Governi e Parlamenti di farla finita con l’oppressione fiscale.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.