BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GIGANOMICS/ Unicredit-Intesa Sanpaolo: se ci fosse ancora Fazio...

Pubblicazione:

Vignetta di Claudio Cadei  Vignetta di Claudio Cadei

Ride bene Bernabè? Il presidente di Telecom Italia, Franco Bernabé, ha annunciato che i primi nove mesi dell’anno si sono chiusi in linea con quelli dell’anno precedente, che l’indebitamento si è ridotto di un miliardo di euro e che la società sarà in grado di pagare il dividendo. Ottime notizie per gli azionisti che sono raggruppati in Telco la finanziaria che controlla appunto Telecom Italia e che fa capo a Mediobanca, Generali, Intesa e agli spagnoli di Telefonica (i più importanti, con oltre il 46%). Questi ultimi, però, non si sono lasciati molto incantare dalle belle parole di Bernabè, e hanno svalutato la loro partecipazione in Telco di 542 milioni di euro. Chissà chi ha ragione.

 

Il modello Lombardia. Allora sembra fatta: a concorrere alla carica di presidente (o governatore) della Regione Lombardia saranno Gabriele Albertini per il centrodestra e Umberto Ambrosoli per il centrosinistra con liste presentate all’esterno dei partiti. La Lega farà correre Roberto Maroni. Parlando dei primi due, si può dire che sono persone per bene che potranno far bene e non spaccheranno l’elettorato in due schiere di Guelfi e Ghibellini. Se è vero che il modello Lombardia anticipa quello che succederà in Italia, allora si tratta di un buon segnale. E anche di un’indicazione importante per il Parlamento e le forze politiche che si stanno scannando sulle riforme elettorale e istituzionale: non è evidente che questa possibilità di votare direttamente i candidati è vincente rispetto a qualsiasi altra formula?

 

Fort Knox. L’operazione è stata battezzata Fort Knox, il fortino che custodisce le riserve auree degli Stati Uniti. Ha portato a sgominare una banda di trafficanti di oro, a vari arresti e al sequestro di 163 milioni. Al blitz è stata data grande copertura mediatica, con interviste agli ufficiali della Guardia di Finanza. Benissimo. Ma che il proliferare dei negozi Compro Oro nascondesse qualcosa di sospetto, che celasse una rete di ricettatori, era noto da tempo. Bastava ricordare una trasmissione delle Iene sul tema di quattro anni fa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.