BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BERLUSCONI VS SPREAD/ Francia e Germania i veri bersagli del Cavaliere

Pubblicazione:martedì 11 dicembre 2012

Infophoto Infophoto

Lo spread “fisiologico” determinato da una serie di pregiudizi duri a morire, quali la convinzione circa la virtuosità in senso assoluto della Germania, dovrebbe collocarsi attorno ai 100 punti. I recenti avvenimenti, ed eventuali atteggiamenti irresponsabili dei leader politici italiani, potrebbero riportarlo sui 400. Significa che, rispetto alla percentuale naturale, abbiamo un surplus di 300 punti, ovvero del 3%. Se applichiamo al nostro debito pubblico di 2000 miliardi di euro tale percentuale, e se essa dovesse mantenersi invariata per una anno, dovremmo pagare 60 miliardi di euro di interessi in più.

E sull’economia reale, quali saranno gli effetti prodotti?

Gli elevati tassi cui sono remunerati i bot e i btp si ripercuotono sui tassi di interesse che le famiglie devono pagare per accendere un mutuo o le imprese per ottenere credito.  

Da qui alle elezioni, quando si saprà da chi sarà composto il prossimo governo, è possibile che la situazione torni alla calma?

Se il passaggio di fine legislatura sarà gestito con responsabilità, da parte del mercato non ci saranno colpi di testa estremi.

 

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.