BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TOBIN TAX/ Lannutti (Idv): è una tassa “dettata” dai banchieri. A meno che…

Pubblicazione:giovedì 13 dicembre 2012

Infophoto Infophoto

Ripeto: spero che non si decida di dar seguito esclusivamente ai desiderata dei banchieri.

Va bene, che lei ce l’abbia con i banchieri è chiaro.

Guardi, ho di recente partecipato all’Assemblea della Nato a Washington, dove ho rilanciato la proposta del premio Nobel Roubini: impicchiamo i banchieri in piazza. Devo dire che ha avuto particolare seguito tra i parlamentari.

Addirittura.

Ovviamente, era una provocazione. Sono contro la pena di morte. Ma, almeno, processiamoli in pubblico. Mettiamoli nelle condizioni di non poter più nuocere. Invece, dall’esplosione della crisi, sono ancora più forti di prima, hanno più soldi e più potere. 

Lei come se lo spiega?

Perché la politica, che è la difesa generale del bene comune, ha delegato loro poteri che sono prerogativa della sovranità popolare. Non può essere la finanza a dare ordini ai governi che, dal canto loro, eseguono scrupolosi.

Come nel caso la Tobin Tax?

Se sarà approvata nella versione che conosciamo, vorrà dire che sarà stata scritta sotto dettatura dei banchieri. Dall’Abi, dall’Eba, e dalla Bce. Alla quale, per inciso, saranno attribuiti i compiti della vigilanza unificata; ovvero, a chi è responsabile della crisi, sarà dato mandato di evitarne il ripetersi.

 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.