BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ 1. Italia e Spagna, il "default" si avvicina

InfoPhoto InfoPhoto

Una volta che lo schema Ponzi salterà in aria - e succederà - chi non riuscirà a dar vita alla svalutazione interna, dovrà per forza dire addio all’euro. D’altronde, più si rinviano le decisioni drastiche ma necessarie, più gli investitori privati avranno modo e agio di vendere la cartaccia tossica che hanno in pancia ai fondi di salvataggio sovrano, oltretutto senza subire haircuts. Chi pagherà quindi il conto? Contribuenti e pensionati.

Insomma, le ricette e la road map finora intraprese da Bce e governo tedesco ci dicono chiaramente da che parte si sono schierati, ovvero da quella degli investitori e non dei cittadini chiamati a pagare i costi di questa scelta di campo. Tanto più che ieri, intervistato da Die Welt, il membro del Consiglio direttivo della Bce, Erkki Liikanen, ha detto chiaro e tondo che «servono strumenti legali per giungere a una regolamentazione seria del sistema bancario. In modo che, in caso di collasso di un istituto, i costi siano per il proprietario e non per i contribuenti». Più ammissione di colpa di così.

 

P.S.: La Commissione europea ha approvato temporaneamente, in base alle norme Ue sugli aiuti di Stato, una ricapitalizzazione da 3,9 miliardi di euro del Monte dei Paschi di Siena tramite sottoscrizione di un prestito del Tesoro italiano. La misura, «dettata da ragioni di stabilità finanziaria - si legge nella nota di Bruxelles - consentirà alla banca di conformarsi alle raccomandazioni dell'autorità bancaria europea (Eba)», che prevede una riserva supplementare temporanea di patrimonio per contrastare l'esposizione al rischio sovrano. E come mai si è giunti a questa necessità? Perché negli ultimi anni a Siena si è investito eccessivamente in Btp, che attualmente ammontano a circa 25 miliardi nel portafoglio dell'istituto e non rendono quasi niente per via di operazioni di copertura sui tassi andate nella direzione contraria a quella dei grafici. Dei veri geni del sistema bancario a Siena! Capito perché abbiamo anticipato la seconda tranche di stanziamenti italiani al fondo salva-Stati, 2,7 miliardi di euro? Per “comprare” il via libera a quella che è di fatto una nazionalizzazione di Mps con soldi pubblici che andranno a tamponare le incapacità dei manager privati. Capito perché ci hanno piazzato l'Imu? Per salvare Mps.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
21/12/2012 - Profezia Maya (Santino Camonita)

Leggo sempre con molta attenzione gli articoli del dott.Bottarelli anche se confesso di finanza capisco pochissimo. Mi colpisce che da quando è iniziata questa crisi, Bottarelli ha sempre annunciato che la catastrofe ( default, uscita dall' euro, etc..etc..) era sempre dietro l'angolo: questione di settimane diceva, se non di giorni, e poi... poveri noi! E invece siamo purtroppo o per fortuna, ancora qui, e ci tocca risentire l 'ennesima volta,...che la fine del mondo è vicina...ormai, credeci, stavolta è sicuro! Saluti e alla... prossima profezia PS: ho il sospetto che la civiltà dei Maya non è del tutto scomparsa, qualche discendente, sotto mentite spoglie, si aggira per le vie del mondo.

 
18/12/2012 - Italia e Spagna (delfini paolo)

Uno dei grossi problemi E'proprio la BCE, serve il ritorno alla sovranita' monetaria.