BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TOBIN TAX/ Baldassarri (Fli): così com'è questa tassa rischia di fare solo danni

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

TOBIN TAX VERSO L'APPROVAZIONE CON LA LEGGE DI STABILITA' Rivista e modificata dal governo, la Tobin Tax “all’italiana” ha ricevuto il via libera definitivo della Commissione Bilancio. Nonostante gli introiti stimati dall’esecutivo siano di circa 1,088 miliardi di euro, le critiche rivolte alla nuova tassazione dal mondo finanziario si fanno sempre più feroci: da una parte Xavier Rolet, ceo di London Stock Exchange Group, gruppo che controlla la Borsa di Londra ma anche Piazza Affari, si dice convinto che la Tobin Tax produrrà solamente una ingente fuga di capitali. Senza un progetto realmente condiviso a livello non solo europeo ma mondiale, infatti, a molti esperti del settore risulta decisamente insensato introdurre una tassa del genere. La pensa allo stesso modo anche Mario Baldassarri, presidente della commissione Finanze e senatore di Futuro e Libertà, contattato da IlSussidiario.net.

Come giudica l’idea di introdurre questa imposta?

Ho avuto la fortuna di incontrare il grande economista James Tobin diverse volte, prima della sua scomparsa, e di parlare direttamente con lui di questa imposta. Dopo averla proposta circa 40 anni fa, Tobin se ne era addirittura pentito.

Come mai?

Perché la sua idea era stata travisata e nessuno sembrava aver capito un fondamentale punto di fondo: la Tobin Tax è stata pensata come tassa internazionale e mondiale, non applicabile da un solo Paese. E’ evidente, infatti, che se viene messa in campo da singole nazioni, avrà come unico effetto quello di spostare i capitali dove non viene applicata. E questo non è un rischio, ma una certezza.

Con quale obiettivo l’aveva invece immaginata James Tobin?

Lui aveva espresso la necessità di “gettare un granello di sabbia negli ingranaggi troppo ben lubrificati della finanza internazionale”, quindi in meccanismi che possono diventare eccessivamente frenetici e incontrollabili. Però, come ho detto, si riferiva proprio ai mercati internazionali, mentre al momento, anche se ne sta discutendo l’Europa intera, la Tobin Tax è di fatto applicata dai singoli Paesi, a cominciare dall’Italia. C’è poi un altro aspetto che rischia di diventare dirompente.

Quale?


  PAG. SUCC. >