BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE DI STABILITA’/ Milleproroghe, ricongiunzioni pensioni e fondi per gli enti locali: ecco tutte le novità

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

LEGGE DI STABILITA', LE ULTIME MODIFICHE Rispetto alla precedente versione dell’emendamento alla legge di stabilità, l’ultima che sarà votata prima delle dimissioni del governo in carica, la commissione Bilancio del Senato ha introdotto alcune importanti novità. Alla possibilità di ricongiungere i contributi pensionistici di chi ha afferito a diversi istituti previdenziali in un unico fondo in maniera non più onerosa, si affiancano 1,4 miliardi di euro di risorse destinate agli enti locali. Ben 150 milioni in più rispetto alla versione precedente. Salgono, in particolare, da 250 a 400 milioni i minori tagli, mentre 200 milioni andranno alle Province e 1,2 miliardi ai Comuni. Viene, inoltre, aumentato il fondo ordinario per l'università di 100 milioni di euro, anche se il ministro Profumo ha lamentato il fatto che se non se ne recupereranno almeno 400, molti atenei italiani si ritroveranno alla canna del gas. Sarà, inoltre, sbloccato il turn over dei lavoratori del comparto sicurezza mentre, dopo tante polemiche, vengono finalmente incrementati i fondi per i malati di Sla. E’ previsto, inoltre, che le aziende in crisi che si avvalgono dei cosiddetti contratti di solidarietà, ricevano contributi per tutto il 2013. Sono comprese in questo campo anche quelle artigiane con meno di 16 dipendenti.

E’ stata, inoltre, rifinanziata la proroga di un anno della cassa integrazione straordinaria con uno fondo di 30 milioni di euro. Non ci sarà, poi, alcuna proroga per l'introduzione dell’imposta sulle vincite delle videoslot sopra i 500 euro. La tassa ammonta al 6% sulla parte eccedente l'importo di 500 euro. Molte importanti novità sono contenute nel Milleproroghe, quali il rinvio degli sfratti di 6 mesi, a giugno, e la proroga fino al 31 luglio di contratti per i precari della pubblica amministrazione. Il 40% dei posti banditi nei concorsi pubblici saranno riservati ai precari che abbiano espletato almeno tre anni di servizio. Sono stati anche riassegnati i fondi a Italia Lavoro Spa, ma decurtati del 10%, per oltre 11 milioni euro. Un emendamento del governo, infine, prevede lo stanziamento di due miliardi di euro, in 13 anni, per la linea ad Alta velocità Torino-Lione.


  PAG. SUCC. >